La storia di Francesca

0
1966

Contents

Francesca ha un negozio di abbigliamento che si affaccia su una grande strada a Monza.

Aveva sognato di mettersi in proprio fin da quando aveva 17 anni.

Sua mamma aveva capito fin da subito che Francesca non era fatta per stare dietro ad una scrivania. I suoi genitori la convinsero a lavorare per qualche anno in un grande negozio del centro : «Devi imparare il mestiere prima di avere un negozio tuo», le ripeteva suo padre. Ed infatti l’esperienza portò i suoi frutti.

Dopo qualche anno, Francesca aveva trovato un bel negozio a 2 vetrine, in una strada piena di franchising. L’intuizione era stata buona, Francesca aveva fiuto per gli affari. Gli incassi del negozio non erano sufficiente per garantire una vita agiata e Francesca soffriva dei tempi morti della giornata imposti dalla chiusura tra le ore 13:00 e le 16:00. «Vorrei trovare qualcosa da fare nel primo pomeriggio» si diceva, pensando soprattutto a guadagnare qualche extra mensile.

Un giorno, sfogliando un famoso quotidiano, lesse l’intervista ad un signore che spiegava come migliorare la propria situazione economica, attraverso l’investimento nel franchising. Il signore spiegava come avesse ottenuto risultati eccezionali effettuando tante aperture in franchising applicando tecniche e strategie tipiche di questo lavoro.

Queste tecniche venivano anche spiegate durante dei corsi tenuti dall’intervistato e dai suoi consulenti.

Curiosa, ed era davvero solo pura curiosità perchè non si sarebbe mai vista nei panni di un consulente al franchising, andò a ricercare maggiori informazioni.

Nel corso apparentemente spiegavano come fare questo lavoro fantastico.

Le operatrici telefoniche, che risposero al numero verde da chiamare, le confermarono le tecniche.

«Ma si, dai, proviamoci… al massimo mi ridanno indietro i soldi alla fine del primo giorno», pensò Francesca.

In realtà, Francesca ne uscì entusiasta. Dopo i primi 2 mesi ho gia aperto il primo franchising non direttamente ma come consulente

Lascia un commento qui ora

Please enter your comment!
Please enter your name here