Cosa è il franchising

Contents

Franchising : Scopriamo insieme che cos’è

Il franchising e’ un accordo per la distribuzione di beni e servizi tra due imprenditori il Franchisor o Affiliante e il Franchesee o Affiliato che in in virtù di una formula distributiva consolidata decidono di lavorare insieme per crescere. I principali vantaggi per il franchisor sono:

franchisingPossibilità di sviluppare il proprio Brand in territori distanti dalla sede principale

 

franchising

 Possibilità di penetrare un mercato con investimenti inferiori ad uno sviluppo diretto

franchising

Possibilità’ di far crescere i fatturati senza grandi investimenti

I principali vantaggi per i franchesee sono:

franchising

Fare impresa con maggiori sicurezze rispetto a farlo da solo

franchising

Replicare e migliorare una formula che già ha avuto una crescita in altri territori

franchising

 Investimenti minori rispetto a fare la stessa impresa da solo nella stessa categoria merceologica

franchising

 Evita di fare errori che sono stati gia’ commessi in passato da altri affiliati o dal franchisor

Franchising : cosa significa la parola?

La parola franchising traduce in inglese rapporto di collaborazione tra 2 imprenditori Franchisor o azienda Affiliante e Franchesee o azienda affiliata che insieme decidono di distribuire su un determinato territorio beni e/o servizi.

Il rapporto tra i 2 imprenditori e’ regolato da un contratto che secondo la legge del 2004 deve essere in forma scritta, deve prevedere una durata minima di 3 anni, deve prevedere un’esclusiva reciproca, e deve garantire la trasferibilità del Know how le cosiddette conoscenze aziendali e l’utilizzo del marchio dietro corrispettivo di una fee d’ingresso da versarsi una tantum all’apertura dell’attività e delle royalties periodiche per l’erogazione di una serie di servizi.

Alla base del rapporto ci deve essere un’attività di business testato nei cosiddetti negozi pilota dell’iniziativa. I negozi pilota sono negozi sperimentali dove vengono testati prodotti, servizi, nuove strategie, dove in un sistema sempre più’ dinamico vengono sperimentati nuovi processi e nuove metodologie distributive.

In un sistema economico sempre più’ in crisi il franchising e’ uno dei pochi modelli distributivi in crescita per una serie di parametri: numero dei negozi aperti, numero delle reti franchising, numero degli addetti, fatturati diretti e fatturati dell’indotto.

Il franchising e’ applicabile a tutti i settori e categorie merceologiche e negli ultimi anni grazie soprattutto all’avvento di internet ha cambiato radicalmente modi, approcci, sistemi con formule sempre più dinamiche flessibili, che possano garantire crescita, condivisione e contribuire al miglioramento dei protagonisti del sistema e della comunita’ che li circonda.

Oltre 1.000 reti in Italia, oltre 75.000 punti vendita affiliati ed un sistema in crescita che viene regolato dal rapporto di franchising.

Cos’è il franchising te lo spiego in questo breve video in cui potrai cogliere gli aspetti salienti: le classificazioni, la durata, la forma scritta, l’esclusiva di zona, i negozi pilota e tanto altro ancora.

Su wikipedia potrai trovare una definizione tradizionale del rapporto con specifiche sugli attori protagonisti del sistema.

CENNI STORICI SUL FRANCHISING

l franchising è nato quando sono nato io nel 1972 con l’iniziativa della Standa il giungle di quel periodo del gruppo era: “Il padrone siete Voi”

L’anno prima era stata già creata l’associazione del franchising.

Nel 1978 l’Associazione registrava appena 15 sistemi di franchising. Una ricerca del CESDIT, nel 1985, rilevava 62 affilianti che gestivano 3.338 affiliati. Nel 1987 il primo Annuario Multipla (la SISIM) rilevava 154 reti di franchising con 9.400 affiliati. Il franchising è cresciuto in modo deciso e costantemente nei suoi oltre trent’anni di vita, con un’accelerazione nel periodo 1990/1995 in cui le reti sono aumentate dell’89,6%. Attualmente le reti censite sono oltre 850 in Italia.

Il franchising viene definito come: “….una forma di collaborazione continuativa per la distribuzione di beni o servizi fra un imprenditore (affilante o franchisor) ed uno o più imprenditori (affiliati o franchisee), giuridicamente ed economicamente indipendenti l’uno dall’altro, che stipulano un apposito contratto attraverso il quale:
a) l’affiliante concede all’affiliato l’utilizzo della propria formula commerciale, comprensiva del diritto di sfruttare il proprio know-how ed i propri segni distintivi, unitamente ad altre prestazioni e forme di assistenza atte a consentire all’affiliato la gestione della propria attività con la medesima immagine dell’impresa affiliante;
b) l’affiliato si impegna a far proprie la politica commerciale e l’immagine dell’affiliante, nell’interesse reciproco delle parti medesime e del consumatore finale, nonché nel rispetto delle condizioni contrattuali liberamente pattuite”.

La parola franchise proviene dal francese arcaico e significa privilegio o libertà. Nel Medio Evo la franchise era un privilegio o un diritto e rappresentava la sovranità locale o quella di un Signore che concedeva il diritto a terzi di tenere mercati o fiere, o cacciare sulle sue terre. Con i secoli il concetto di franchising si è evoluto come si sono evolute le economie delle diverse nazioni del mondo. Nel 1840 in Germania una delle maggiori aziende produttrici di birra concesse la franchise ad alcune taverne, vale a dire, il diritto esclusivo di vendere la birra da questa prodotta. Questo fu l’inizio del concetto di franchising come lo conosciamo oggi. Il format del franchising entrò a far parte del panorama economico dopo la Seconda Guerra Mondiale. Al crescere della popolazione aumentava la necessità di prodotti e servizi e il franchising risultò essere il modello ideale per una rapida espansione di qualsiasi tipo di business. Oggi il franchising rappresenta una grande opportunità per tutti coloro che vogliano realmente entrare nel mondo dell’imprenditoria poiché consente la riduzione del rischio d’impresa, proprio di ogni attività imprenditoriale e permette ad operatori privi di specifica e consolidata esperienza commerciale di utilizzare il know-how del franchisor.

Il peso del franchising italiano sulla distribuzione tradizionale dice che il numero dei punti vendita aperti attraverso la formula dell’affiliazione commerciale cresce rapidamente insieme al peso sulla distribuzione italiana. Infatti, negli anni più recenti, a fronte di una diminuzione di negozi tradizionali, alimentari e non, si è avuto un consistente incremento dei punti vendita in franchising. L’incremento annuale dei punti vendita al dettaglio è mediamente di 6mila all’anno mentre quello dei negozi in franchising è di 2.500. Il peso del franchising in Italia è sicuramente destinato a crescere nei prossimi anni, ma, già oggi, è più vicino alla media europea.

Come in  altri paesi in Europa in Italia il franchising viene tutelato dalle “Norme per la disciplina dell’affiliazione commerciale” legge n.129 del 25 maggio 2004.

Vittorio del Re

 

freccia_franchising managerSCARICA GRATIS

IL LIBRO SAPER SCEGLIERE UN FRANCHISING QUI ORA

le-regole-per-scegliere-un-franchising